organizzazione domestica, Uncategorized

I miei detergenti naturali

Buongiorno a tutti,

scusate la lunga assenza,ma causa un periodo molto intenso e particolare non riuscivo a trovare,ne il tempo,ne l’ispirazione per scrivere.

Ho deciso quindi,per riuscire ad essere il piu`continuativa possibile,di scrivere anche le cose che a me potrebbero sembrare banali o scontate,ma che a qualcun’altro potrebbero essere utili.

Quindi oggi vi parlero`dei detergenti che utilizzo per pulire.

Per la cucina:

Io da un po’ di tempo utilizzo detergenti naturali fai da te,anche perche`trovo che dove ci sono alimenti che poi finiscono nel nostro stomaco,meno veleni vengono a contatto meglio e`.

Quindi preparo uno spruzzino con 50% di aceto , 50% di acqua distillata e un pochino di detersivo per piatti.

A volte aggiungo una decina di gocce di olio essenziale agli agrumi.

Tutti questi ingredienti hanno un ottimo potere igenizzante,detergente e necessitano di poco risciacquo rendendolo pratico,efficace,veloce e economico.

Sull’acciaio del lavandino e del piano cottura e`eccezionale se abbinato a un panno in microfibra.

A volte per evitare che i batteri diventino resistenti a questo prodotto preparo una pappetta di bicarbonato e detersivo per piatti che sbianca ed e`leggermente abrasiva.

Oppure spruzzo dell’acqua ossigenata che abbinata all’aceto,studi hanno dimostrato,che abbatte il 99,99 % di batteri.

In bagno:

Piu` o meno uguale alla cucina,con l’aggiunta di uno spray con acqua, alcool denaturato e olio essenziale di eucalipto per marmo,vetri e specchi.

Inoltre ho uno spray alla candeggina che alterno al wc net per la pulizia dell’interno del wc.

I mobili:

Per la zona giorno uso prevalentemente lo spruzzino con l’alcool,in quanto avendo tavolini di vetro e vetrinette faccio tutto con un unico prodotto.

Nelle camere invece lo alterno con uno spruzzino con acqua,sapone nero e olio essenziale di lavanda,oppure,acqua e detergente mobili diluito.

Questo e`quanto…

Baci e al prossimo post.

riciclo creativo

Idea regalo

Buongiorno a tutti,oggi un semplice idea regalo o per uso personale creata con poche cose che avevo in casa a cui ho dato nuova vita.

L’idea mi e`venuta perche`volevo che il mio bambino facesse un lavoretto da regalare alle sue maestre per la fine dell’anno.

Siccome sono due e non volevo fare una cosa troppo impegnativa economicamente,ma volevo solo dare un segno di riconoscimento per il loro lavoro,che anche se pagato va riconosciuto ho deciso di creare due sottopentola colorati.

Come ho fatto

Avevo un centrino in feltro che non utilizzavo piu`e delle pietre colorate che riempivano un vaso nella vecchia casa.

Ho ritagliato il feltro a forma di cuore e con l’aiuto della colla vinilica,io e il mio bimbo abbiamo ricoperto il cuore con le pietrine.

Il risultato e`questo.

Spero vi piaccia

Baci e al prossimo post!

organizzare la casa

Organizzazione armadio

Buongiorno a tutti,eccomi qua con un nuovo post,cercando di reagire a quello che e`la vita,un accavallarsi di piaceri e delusioni.

Quindi bando alle ciance e andiamo avanti.

Oggi voglio parlarvi di come ho deciso di organizzare l’armadio.

E`ancora in lavorazione,ma volevo farvi partecipi di un sistema,secondo me molto comodo per suddividere i vestiti.

Ho tratto ispirazione dai video di una youtuber molto famosa :https://www.annalisasuperstar.youtube.com

Questa ragazza mi ha dato l’idea di suddividere i miei capi in outfit.

Cosa c’e`di buono in questo metodo

Intanto non serve piu`pensare a cosa mettersi per quella o questa occasione,anche perche`a differenza di Annalisa io sto creando outfit fino ad esaurimento capi a disposizione,cosicche`ho varie alternative,dall’occasione di lavoro a quella della festa.

Se avete la possibilita`vi suggerisco di sostituire le vecchie grucce con la spalla larga con quelle piatte e sottili,in questo modo recupererete molto spazio.

Un’altra cosa positiva e`che si riesce ad utilizzare tutto quello che si possiede e a creare degli abbinamenti molto piu`ricercati cosa che non si puo`fare se ci si trova a dover vestirsi in cinque minuti.

Si recupera un sacco di spazio

Appendendo l’intero outfit su un’unico appendino lo spazio raddoppia.

Se avanzate pezzi basta abbinarli come alternativa ad un altro completo ed ecco che si hanno due varianti in una.

Oppure come lo chiama Annalisa,creando piu`abbinamenti intercambiabili diventa mix and match.

Si risparmia denaro

Ci si rende conto di quanta roba abbiamo e compriamo solo quello che ci serve veramente.

Infine se si prende gusto si puo`anche abbinare gli accessori come bijou e cinture.

Provare per credere !

Baci e al prossimo post.

organizzazione domestica

Cura dei divani in pelle

Buongiorno a tutti,oggi vi parlero`di come pulisco e nutro i divani in pelle.

La bellezza del divano in pelle e`che a differenza di quello in tessuto la manutenzione e`meno laboriosa.

Non bisogna sfoderarlo,rifoderarlo e se si macchia basta una spugnetta.

Se si hanno animali domestici non si attaccano i peli e di conseguenza non si viene matti a tiglierli.

Come lo pulisco

Prendo una piccola bacinella la riempio di acqua e aggiungo un po’ di bagnoschiuma profumato.

Immergo un panno spugna tipo ballerina e lo passo su tutta la superficie.

Come lo nutro

Quando si e`asciugato prendo una crema corpo economica e la distribuisco per bene.

Il divano risulta cosi`lucido e nutrito.

Il risultato e`un divano profumato e come nuovo.

Baci e al prossimo post.

come cucire una tenda

Ricicliamo

Buongiorno a tutti,oggi parliamo di riciclo e di come si cuce una tenda di poche pretese.

Quando ci siamo trasferiti abbiamo fatto parecchi lavori di ristrutturazione,poi un po’per volta l’abbiamo decorata.

Una volta pero`sistemato il piu`grosso,alcune cose meno urgenti e meno evidenti sono rimaste da fare, tra cui le tende della terza cameretta.

Siccome e`una camera che non viene molto utilizzata non volevo spendere ulteriore denaro,cosi`ho deciso di riadattare una bellissima tenda che avevo nell’altra casa.

Cosi`di una tenda grande e lunga ne ho fatto due piu` piccole.

Per prima cosa ho preso la misura della finestra,lunghezza e larghezza.

Successivamente ho preso la mia tenda e l’ho tagliata larga il doppio della finestra per dargli l’arricciatura e lunga in base hai ricami che volevo recuperare partendo dal fondo gia`pronto.

Ho risvoltato i bordi laterali e li ho cuciti.

Ho stirato il bordo superiore calcolando circa due centimetri di tenda al di sopra della fettuccia e il resto alto come la striscia in modo che rimanga nascosto sotto.

Ho impunturato la fettuccia e creato poi l’arricciatura.

Ho attaccato i paletti alla finestra,montato la tenda e creato un arricciatura con la calamita.

Come potete vedere il risultato e`piu`che rispettabile nonostante non sia un’esperta in tende.

Questo per dirvi che in un pomeriggio si possono fare tante cose.

Questa mi ha dato molta soddisfazione e inoltre ho risparmiato parecchi soldini.

Se vi sono stata utile fatemelo sapere!

Baci e al prossimo post.